ORDINANZA SINDACALE

 Oggetto : Misure cautelari e preventive volte al contenimento del rischio contagio da COVID19 nella città di Napoli

ORDINA.

  1. i titolari e gestori dei pubblici esercizi di somministrazione; esercizi di media e grande distribuzione; attività commerciali in sede fissa; chalet; uffici pubblici e privati se aperti al pubblico; impianti sportivi al coperto e palestre; attività artigianali, alimentari e non; luoghi di pubblico spettacolo e trattenimento; luoghi ed edifici di culto; spazi comuni di alberghi, strutture ricettive e locali destinati a locazioni brevi; luoghi aperti al pubblico (compresi musei, stazioni, porto ed aeroporto) e comunque di ogni altro luogo non aperto al pubblico, a qualsiasi titolo adibito ad assembramento di persone:
  2. effettuare, entro 10 giorni dalla presente ordinanza, interventi di pulizia straordinaria e disinfezione delle superfici e degli ambienti con i prodotti chimici di cui al punto 6 del decalogo pubblicato dall’Istituto Superiore della Sanità nel febbraio 2020 e allegato alla presente ordinanza;
  3. esporre all’esterno del locale in modo visibile all’utenza e agli organi preposti al controllo idonea attestazione dell’avvenuto intervento di disinfezione oppure certificazione della ditta incaricata;
  4. assicurare, all’esito dell’avvenuta attività straordinaria di disinfezione, un’attività di pulizia ordinaria conforme alle direttive ministeriali, garantendo una frequente aerazione dei locali;
  5. posizionare appositi dispensatori di disinfettante o antisettico per le mani;
  6. esporre in modo visibile il citato decalogo dell’Istituto Superiore della Sanità.
  7.  alle società di trasporto pubblico locale e di trasporto pubblico non di linea i cui automezzi transitano sul territorio cittadino:
  8. assicurare idonee misure di prevenzione a tutela dei dipendenti e dell’utenza, effettuando la pulizia e la disinfezione dei vagoni e degli abitacoli dei treni e degli autobus;
  9. esporre in modo visibile all’utenza idonea certificazione dell’avvenuto intervento di disinfezione;
  10. esporre in modo visibile il citato decalogo dell’Istituto Superiore della Sanità.

DISPONE

i trasgressori della presente ordinanza saranno puniti mediante l’applicazione della sanzione pecuniaria da euro 25,00 a euro 500,00 con pagamento in misura ridotta di euro 50,00 di cui all’art. 7bis comma 1bis del T.U.E.L. 267/2000.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi